La solidarietà va a canestro con Olimpia Milano

olimpia-voce-14-15Anche quest’anno Olimpia Milano – EA7 Emporio Armani e VOCE – Volontari al Centro – Casa del Volontariato di Milano, saranno partner per sostenere il volontariato milanese.

Domenica 14 dicembre, durante la partita contro Pasta Reggia Caserta presso il Forum di Assago, verrà presentato il Progetto “La solidarietà va a canestro con Olimpia Milano” e si darà il via alla sfida della solidarietà per la stagione 2014/15 di campionato ed Eurolega.

 

Come per la prima edizione (2013-2014), saranno le associazioni aderenti a questa speciale iniziativa a “scendere in campo” al fianco di Olimpia, ed in occasione di una partita a loro dedicata potranno promuovere un proprio progetto o una specifica attività.

Anche Ipsia Milano è tra le associazioni partecipanti (insieme ad Ai.Bi., A.I.M.A Milano, Arciragazzi, AUSER Milano, AVIS Provinciale Milano, Caritas Ambrosiana, Croce Bianca Milano, LEDHA, Legambiente Lombardia, Mo.V.I. e UISP Milano) che si impegneranno inoltre nella promozione e vendita dei biglietti delle partite attraverso i propri canali e a quelli di Ciessevi, VOCE ed Olimpia Milano.

Parte dell’incasso dei biglietti venduti, verrà devoluta all’associazione stessa ed una quota verrà destinata al finanziamento del Progetto VOCE.

Maggiori info qui

Il Progetto VOCE – Volontari al Centro è nato con l’intento di creare maggiori legami e supporto reciproco tra le realtà associative del territorio milanese, e proprio in quest’ottica è nata e continua a crescere questa bella iniziativa.

Metti una sera…100% balcanica!

BalKanEatUn laboratorio creativo di cucina, una cena con piatti tipici, un mercatino solidale con prodotti bosniaci, tutto 100% balcanico: vi aspettiamo venerdì 12 dicembre a partire dalle 18.00 presso l’Oratorio Maria Madre della Chiesa al Gratosoglio, in via Saponaro 28 a Milano.

Questo il programma della serata:

ore 18.00, laboratorio creativo di cucina dell’Europa dell’Est, gratuito previa iscrizione entro mercoledì 10 dicembre presso il bar dei due oratori o scrivendo un sms a don Giovanni al 320.1163391;

ore 19.30, cena comunitaria al prezzo di 5 euro a partecipante, previa prenotazione entro lunedì 8 dicembre scrivendo a ipsia@aclimilano.com;

ore 21.00, Sarajevo 2014 – il racconto di un’esperienza: le emozioni, i progetti, le prospettive dei giovani del quartiere che hanno partecipato al campo di lavoro e cooperazione fra gli oratori e l’Associazione Bezdan di Sarajevo.

Durante tutta la serata sarà possibile conoscere i progetti di cooperazione di IPSIA Acli nei Balcani e in molti altri paesi del mondo e sarà allestito un mercatino solidale dove poter acquistare prodotti tipici bosniaci.
Sarà inoltre promossa l’adozione a distanza dei bambini del Centro educativo Thalia per i bambini di Sarajevo gestito dall’Associazione Bezdan di Sarajevo.

La serata è promossa da: Comunità Pastorale Maria Madre della Chiesa e San Barnaba al Gratosoglio, UPG Gratosoglio e IPSIA di Milano.

 

Riprende il tradizionale corso di Serbo Croato Bosniaco di IPSIA Milano!

Come ogni anno, da molti anni, l’impegno della nostra associazione verso le regioni della ex Jugoslavia procede. Le basi del nostro lavoro si fondano durante il periodo del conflitto del 91/95 quando con il progetto “Un sorriso per la Bosnia” i nostri volontari si recavano nei campi profughi in Slovenia per portare aiuti umanitari e fare animazione psico-sociale con le persone lì ospitate. E fu nelle lunghe giornate nei campi e nei tanti caffè (kafe, kave, kahve) bevuti con loro che ci rendemmo conto dell’importanza del poter comunicare con queste persone e della ricchezza delle loro tradizioni e cultura, così improvvisammo i primi corsi di lingua per i volontari.

Nonostante i tanti anni passati inviamo ancora i volontari in queste terre, e continuiamo ad apprezzare la loro cultura e le loro tradizioni.

Per questi motivi continuiamo ancora oggi a organizzare il corso di lingua (serba, croato o bosniaca che vi piaccia chiamarla, per noi non cambia, perchè vi spieghiamo le differenze tra tutte e 3 le varianti), con passione e competenza. Per i volontari, per i viaggiatori, per i sognatori. Continua a leggere

Ajvar e proiettore, Sarajevo in tutte le salse e per tutti i gusti

sarajOrmai è un abitudine, forse un vizio, per IPSIA Milano, dare appuntamento ai milanesi, nella calda estate, per portare nella città meneghina l’essenza di Sarajevo. Una sorta di gemellaggio informale ma profondo. Nel 2013 presentando presso l’Umanitaria la guida “Sarajevo” scritta da Silvia Maraone e Anna Scavuzzo, mentre lo scorso giovedì è stato proiettato il docu-film “Sarajevolution” diretto da Roccio Riccio e scritto da Giulia Levi, Marco Rubichi e Federico Sicurella.

Chi da Milano almeno una volta nella vita è partito in automobile o in bus per Sarajevo, ha visto (senza accorgersene) il quartiere di Lambrate come punto di partenza, accesso alla tangenziale prima di un imprecisato numero di ore di viaggio. Questa volta è stato invece il punto d’arrivo. Già avvicinandosi al circolo ACLI di via Conte Rosso (sede e piacevole cornice dell’evento) il richiamo era forte. Sprigionato dalle griglie sulle quali da alcune ore stavano cuocendo i ćevapčići (piccole salsicce di carne macinata e varie spezie, molto pepe e aglio) si spandeva per le vie circostanti. Palese il fatto di non trovarsi nel cuore della Baščaršija con il suo Sebilj (la fontana in legno nel pieno centro storico di Sarajevo), ma almeno le narici, si sono lasciate per qualche secondo illudere. Continua a leggere

SarajEVOlution al Circolo Acli di Lambrate!

sarajevolution-milano-mediaManca poco ormai alla proiezione del docu-filmSarajEVOlution“: giovedì prossimo, 17 luglio, presso il Circolo Acli di Lambrate in via Conte Rosso 5 a Milano, IPSIA Milano vi invita ad una serata dove la Bosnia e la sua capitale saranno protagonisti.

Si inizia alle 19 con una cena a base di cevapcici, specialità bosniaca tutta da gustare: per la cena è necessaria la prenotazione entro lunedì 14 luglio al numero 02.7723227 o via mail a ipsia@aclimilano.com.

Alle 21, il saluto del Presidente di IPSIA Milano Silvio Ziliotto seguito da una breve introduzione da parte del regista, Rocco Riccio, e dalla proiezione del docu-film.

Frutto del lavoro di 3 anni, Sarajevolution è un viaggio all’interno della società bosniaca di oggi, raccontata dando voce ai luoghi della cultura e alle persone che li animano. Una storia corale fatta di esistenze e resistenze, narrata all’interno della cornice di una città meravigliosa.
Gli scrittori-autori sono quattro giovani italiani: una donna (Giulia Levi) e tre uomini (Federico Sicurella, Marco Rubichi e Rocco Riccio). Il produttore è Actingout, studio creativo basato a Torino.

Godetevi il trailer, vi aspettiamo numerosi tra 7 giorni!

SarajEVOlution: una città al centro della scena, una serata per immergersi nelle atmosfere balcaniche

Segnate in agenda un appuntamento da non perdere: giovedì 17 luglio presso il circolo ACLI di Lambrate in via Conte Rosso 5 a Milano, potrete immergervi nelle atmosfere balcaniche assistendo alla proiezione del docu-film “Sarajevolution” (alle ore 21) e gustando i piatti tipici bosniaci.

A 100 anni dai due colpi sparati da Gavrilo Princip che segnarono l’inizio della Prima Guerra Mondiale, 30 dalle Olimpiadi invernali, 22 dall’inizio dell’assedio più lungo che la storia moderna ricordi: nel 2014 gli occhi del mondo tornano su Sarajevo e IPSIA Milano organizza una serata di approfondimento sulla capitale bosniaca.

Sarajevolution (di cui potete vedere qui sotto il trailer) più che un film è un racconto corale. Gli scrittori-autori sono quattro giovani italiani: una donna (Giulia Levi) e tre uomini (Federico Sicurella, Marco Rubichi e Rocco Riccio). Il produttore è Actingout, studio creativo basato a Torino. Ma le voci sono quelle dei sarajevesi, autoctoni o d’adozione. «Il documentario vuole essere una sorta d’immersione», spiega Rocco, regista di 32 anni. «Ecco perché abbiamo scelto di far parlare Sarajevo, attraverso i suoi luoghi e le sue persone».
La proiezione sarà preceduta, a partire dalle 19, da una cena a base di cevapcici (specialità bosniaca). Per la cena è necessaria la prenotazione, al numero 02.7723227 o via mail a ipsia@aclimilano.com.

Vi aspettiamo numerosi, non mancate!

Aspettando la prima volta. Approfondimento di IPSIA Milano sulla prima partecipazione della Bosnia ad un mondiale calcistico.

Di Vittorio Artoni

La serata, inizialmente pensata come un allegro momento anticipatore per la prima partecipazione ad un campionato di calcio mondiale da parte di una selezione Bosniaca, si deve confrontare con i più tristi fatti di cronaca accaduti negli ultimi giorni. Continua a leggere

Alluvioni in Bosnia e Serbia: Raccolta fondi IPSIA per le spese di prima emergenza.

foto_alluvione

Una cinquantina di morti, decine di migliaia di persone costrette a lasciare le proprie case, danni incalcolabili all’agricoltura e alle infrastrutture: la Bosnia-Erzegovina e la Serbia colpite dalle inondazioni più estese e devastanti mai subite finora.

Il bilancio delle vittime è ancora provvisorio e destinato ad aggravarsi con il progressivo ritirarsi delle acque. Un quarto della popolazione è colpita dalle inondazioni e un milione di persone è senza acqua potabile.Oltre ai danni economici, spaventa l’allarme “mine”. Le enormi quantità d’acqua potrebbero portare ordigni inesplosi, residuati di guerra, fino alle gole  dal Danubio lungo il confine tra Serbia e Romania, o persino fino al Mar Nero. Lo ha detto Fikret Smajis, capo dell’Ufficio regionale di Sarajevo del Centro per lo sminamento bosniaco (BHMAC). Smajis ha invitato la popolazione alla massima cautela quando puliranno le proprie case e cortili e altre zone dove ci potrebbero essere stati campi minati le cui segnalazioni sono state  portate via dalle acque e dalle frane.

Nei due Paesi balcanici, dove oggi per la prima volta da una decina di giorni non si sono registrate piogge  continuano senza sosta le operazioni di soccorso alle popolazioni

IPSIA ha attivato una raccolta fondi per coprire le spese della prima emergenza, mentre nei prossimi giorni verranno valutate con più precisione altre necessità materiali.

Stiamo verificando insieme ad altre associazioni le condizioni logistiche per attivare una raccolta di materiale, farmaci e indumenti.

Puoi donare subito on line o fare un versamento tramite bonifico bancario.

CAUSALE: ALLUVIONI IN BOSNIA ERZEGOVINA

C/C 000000101434     IBAN IT68 D050 1803 2000 0000 0101 434
su BANCA POPOLARE ETICA  intestato a IPSIA

Per donare on-line vai a questo link.